Panasonic LUMIX DMC-FZ300

Panasonic LUMIX DMC-FZ300

Panasonic LUMIX DMC-FZ300

Panasonic Lumix DMC-FZ300 è una fotocamera bridge di fascia media, tra le migliori della categoria. Tra le sue principali caratteristiche troviamo la possibilità di registrazione video in 4K, la presenza di uno zoom ottico 24x e di un corpo super resistente!

Panasonic LUMIX DMC-FZ300

 

Dopo averla provata per qualche settimana siamo pronti a raccontarvi come si è comportata e quali sono i suoi pregi e i suoi difetti.

Dotazione della confezione

La confezione della Panasonic Lumix DMC-FZ300 è molto completa. All’interno troviamo la fotocamera (ben protetta), la batteria con il suo caricabatteria esterno e cavo di alimentazione, il copriobiettivo con il suo laccio e la tracolla.

Non mancano il manuale d’istruzioni, un cavo USB per il collegamento con il pc, il paraluce e un DVD con alcuni software da poter successivamente installare.

Panasonic LUMIX DMC-FZ300 Box

Costruzione ed ergonomia

Panasonic Lumix DMC-FZ300 vanta un’ottima qualità costruttiva che si traduce in due parole: robustezza ed affidabilità.

Il corpo assomiglia quasi in toto, tranne che per l’ottica, ad un corpo di una fotocamera di maggior pregio – come ad esempio quello di una mirrorless – anche per la disposizione dei pulsanti e delle ghiere.

L’ottica è una LEICA DC VARIO-ELMARIT a 14 elementi, decisamente compatta, che sulla sua scocca ospita un’ulteriore levetta dedicata allo zoom, una rotellina per la messa a fuoco manuale e un tasto dedicato all’attivazione della modalità macro. Avremmo preferito che la ghiera per la messa a fuoco e quella per lo zoom venissero posizionate direttamente sulla circonferenza dell’ottica, in modo da avere una maggior comodità.

Il peso elevato potrà per alcuni risultare una limitazione, ma durante il nostro test non ha influito in modo negativo, anzi, ci ha trasmesso un’ulteriore sensazione di solidità.

Sulla parte superiore della fotocamera troviamo il pulsante di accensione, la ghiera di selezione delle modalità, il pulsante di scatto e la levetta per lo zoom. Troviamo anche il tasto per iniziare la registrazione video, due tasti funzione programmabili (Fn1, Fn2), la ghiera per la regolazione dei tempi di scatto, il led del Wi-Fi, la slitta per gli accessori, i due microfoni ed il flash con la relativa slitta per lo sgancio.

La disposizione dei pulsanti sulla parte posteriore non ci ha convinto a pieno: avremmo gradito che fossero stati posizionati più in alto, per favorirne l’utilizzo con una mano, vista la grandezza della fotocamera. In questa zona della macchina avremo a disposizione una grande vastità di pulsanti programmabili (Fn3, Fn4), oltre allo switch con il blocco per l’autofocus, il tasto per la visualizzazione della galleria, il tasto per modificare le informazioni visualizzate sul display e i tasti direzionali con pulsante centrale di conferma. Un plauso anche alla qualità dell’impugnatura gommata che garantirà un’ottima presa sulla fotocamera.

Sul fianco destro è presente l’accesso, tramite uno sportellino, ai vari ingressi per il controllo remoto con il telecomando (acquistabile separatamente), all’ingresso microUSB e alla porta micro HDMI.

Sul fianco sinistro è presente il richiestissimo, ma non sempre presente, ingresso jack da 3.5mm per il microfono esterno e lo speaker.

Sulla parte inferiore della fotocamera troviamo il foro a vite da 1/4″ – per attaccare la macchina a treppiedi o altri accessori – ed il vano che racchiude batteria e slot per una sola scheda SD.

In conclusione, il corpo della Panasonic Lumix DMC-FZ300 ci ha convinto a pieno ed è adatto a qualsiasi tipo di soggetto, anche a chi ha delle mani relativamente piccole, vista la presenza dell’ottima impugnatura gommata.

Hardware

  • Sensore: MOS High Sensivity in formato 1/2,3 a 12,8 MP con filtro colori primari
  • Sensibilità: 100-6.400 ISO
  • Tempi di scatto:
    • otturatore meccanico: da circa 60″ – 1/4.000 di secondo
    • otturatore elettronico: da circa 1″ – 1/16.000 di secondo
  • Raffiche:
    • otturatore meccanico: fino a 12 fps in modalità sequenza
    • otturatore elettronico: fino a 60 fps in modalità sequenza
  • Flash: integrato, sgancio manuale
  • Display: LCD TFT multi-touch da 3” in 4:3 con rivestimento antiriflesso, campo visivo del 100% circa e 1.040.000 punti
  • Mirino: elettronico LVF (Live View Finder) OLED da 0,39 pollici (1.440.000 punti) (ingrandimento 3,88x / 0,7x, 35 mm equivalente) (copertura obiettivo del 100%)
  • Video: fino a 4K @ 25 fps, 100 Mbps
  • Connettività:
    • porte fisiche: microUSB 2.0, micro HDMI, jack da 3,5 mm per microfono esterno, foro a vite da 1/4″
    • wireless: Wi-Fi 802.11 n (2,4 GHz), Bluetooth
  • Batteria: DMW-BLC12 da 1200 mAh, 7,2 V – 8,7 Wh, fino a 380 scatti dichiarati
  • Dimensioni: 131,6 x 91,5 x 117,1 mm
  • Peso: 691 g con batteria, 640 g solo corpo
  • Colori disponibili: nero

Display e mirino elettronico

Il display è collocato nella parte posteriore ed è un’unità LCD TFT da 1.040.000 punti multi-touch da 3”, orientabile verso il lato e ruotabile fino a 180° con rivestimento antiriflesso e con resa del campo visivo del 100%. Tramite il display è possibile controllare praticamente tutte le funzioni della fotocamera, dalle impostazioni di scatto alle funzioni rapide (Fn) e alla tracciatura del nostro soggetto, semplicemente toccando lo schermo.

Non manca il mirino elettronico LVF (Live View Finder) OLED da 0,39 pollici (1.440.000 punti) con una copertura d’immagine del 100% rispetto all’obiettivo, che ci è sembrato davvero ottimo per la qualità e per la risoluzione decisamente buona. All’interno di esso verranno replicate le informazioni visualizzate sul display in modo da avere tutto a disposizione anche in condizioni di scarsa visibilità sotto al sole. Tramite la rotellina posta a sinistra del mirino potremo regolarlo per raggiungere la messa a fuoco corretta per una visualizzazione nitida delle informazioni. Per attivarlo sarà necessario avvicinare l’occhio: il sensore di prossimità spegnerà lo schermo LCD e attiverà il display del mirino.

Panasonic LUMIX DMC-FZ300 Viewfinder

Panasonic LUMIX DMC-FZ300 Viewfinder

Obiettivo e sensore

La fotocamera Panasonic Lumix DMC-FZ300 ha un obiettivo integrato, non intercambiabile. Per la precisione si tratta di un’ottica LEICA DC VARIO-ELMARIT costruita con 14 elementi in 11 gruppi (5 lenti asferiche, 9 superfici asferiche, 3 lenti ED e 1 lente rivestimento Nano Surface). L’apertura del diaframma è f/2.8 per tutta la lunghezza focale, variabile tra 25 e 600 mm.

Lo zoom ottico 24x ha un’escursione focale inferiore e forse meno “esagerata” rispetto alle concorrenti, ma allo stesso tempo valida per qualsiasi tipo di ripresa ed è equivalente ad un 25-600mm in Full Frame. Questa soluzione aiuterà a mantenere un ottimo dettaglio anche quando ci si avvicinerà molto ai soggetti e permetterà anche di realizzare buoni ritratti. Se si avrà la necessità di raggiungere soggetti più lontani, lo zoom digitale arriverà fino a 96x, ma se sarà utilizzato assieme all’Intelligent Zoom questo dato si dimezzerà, raggiungendo i 48x, mantenendo una più che buona qualità d’immagine.

Sulla parte sinistra del corpo dell’obiettivo troviamo una ghiera per la messa a fuoco manuale, una levetta dedicata allo zoom con intervalli già preimpostati e un tasto per l’attivazione della modalità macro. Non condividiamo molto questa soluzione, avremmo preferito che venissero posizionate delle ghiere, come avviene normalmente su un classico obiettivo.

La soluzione di Panasonic di adottare un obiettivo con un’apertura del diaframma di f/2.8 ed un sensore a 12,8 MP garantirà di scattare fotografie senza alzare troppo i valori ISO ed ottenere facilmente l’effetto bokeh, ovvero la sfocatura dello sfondo.

Il sensore della Panasonic Lumix DMC-FZ300 è da 1/2,3”, piccolo, ma efficace vista la qualità che garantisce, superiore rispetto a quelli di altre bridge della stessa categoria.

Panasonic LUMIX DMC-FZ300 Zoom

Panasonic LUMIX DMC-FZ300 Zoom

Connettività ed espandibilità

La Panasonic Lumix DMC-FZ300 è una macchina molto completa, pensata anche per essere utilizzata con alcuni accessori. Questo lo si capisce dalla presenza di una slitta superiore utilizzabile per eventuali flash esterni e un ingresso jack audio da 3.5 mm per equipaggiare un microfono shotgun esterno o un semplice microfono lavalier. Il jack audio non è utilizzabile come uscita cuffie, ma solo per l’ingresso di microfoni esterni.

Oltre ad avere un’ottima espandibilità per gli accessori esterni, la Panasonic Lumix DMC-FZ300 è dotata anche di un buon supporto ai vari tipi di connettività. La connettività wireless prevede Wi-Fi a 2,4 GHz – che permette l’accoppiamento rapido con lo smartphone – il Bluetooth, ma non l’NFC. Parlando dell’accoppiamento con i dispositivi mobili, ci basterà scaricare l’applicazione Image App (disponibile su Play Store e Apple Store), collegarci con il Wi-Fi alla rete creata dalla fotocamera e aprire l’applicazione. Fatto questo e atteso il collegamento alla fotocamera, saremo in grado di controllare lo scatto da remoto, ma anche di trasferire immagini e foto, direttamente sul nostro cellulare, con la possibilità di effettuare modifiche rapide. Una discreta applicazione, ma da migliorare graficamente.

Autonomia

L’autonomia dichiarata dalla casa madre è di circa 380 scatti – utilizzando il display posteriore – che scendono a circa 360 scatti utilizzando il mirino elettronico. Un ottimo risultato quello dichiarato, che è stato pienamente confermato anche dai nostri test. La fotocamera garantisce un utilizzo giornaliero intenso, caratterizzato da diversi video registrati in risoluzione 4K e da un buon quantitativo di scatti. Utilizzandola con maggior tranquillità si arriverà anche ad utilizzarla per alcuni giorni, senza alcun tipo di problema.

La ricarica della batteria avverrà tramite l’utilizzo del caricatore esterno da parete, quindi saremo obbligati a scollegare ogni volta la batteria per poterla ricaricare, a discapito della futura tenuta dello sportellino.

Per una ricarica completa serviranno circa 2 ore e mezza. Avremmo gradito la possibilità di poter ricaricare la fotocamera tramite ingresso microUSB, in modo da poterla effettuare – durante un viaggio – con l’utilizzo di un powerbank.

Panasonic LUMIX DMC-FZ300 Batteria

Software e performance

Su questa fotocamera bridge, Panasonic, oltre ad un corpo weather resistant e ad un look simile alle fotocamere di fascia superiore, ha voluto mantenere anche l’ottimo software per interagire in maniera professionale con la nostra fotocamera. Le impostazioni sono davvero tante e abbiamo la possibilità, come detto in precedenza, di personalizzare alcuni dei tasti (Fn), per cucirci addosso come più ci piace la fotocamera. Per le configurazioni avanzate si dovrà entrare nel menu principale, accessibile dall’apposito tasto.

Il menu principale è diviso in 5 sezioni, che contengono a loro volta un buon numero di schermate per la personalizzazione della fotocamera. Le configurazioni sono molte e facili da trovare, disposte in maniera intuitiva, con delle semplici descrizioni, ma molto utili se si è alle prime armi.

La modalità scena è un’altra di quelle funzionalità automatiche che abbiamo apprezzato su questa Panasonic Lumix DMC-FZ300, molto utili ai poco esperti, ma molto valida su questa fotocamera. Le scene disponibili sono molte (ritratto, paesaggio, bianco e nero, sport, notte, lunga esposizione, ecc…), attivabili ruotando la ghiera delle modalità su SCN.

Utile la funzione di Post Focus per andare a modificare successivamente allo scatto, la messa a fuoco del nostro soggetto. Una funzione che abbiamo apprezzato e che potrebbe tornare utile per creare svariate immagini da uno stesso scatto.

Panasonic LUMIX DMC-FZ300 Post Focus

Panasonic LUMIX DMC-FZ300 Post Focus

Non mancano le impostazioni per scattare raffiche di foto in 4K, la possibilità di scattare in RAW, di impostare profili colore predefiniti o di crearne di personalizzati oltre che per le foto anche per i video e di registrare i video in slow motion a 720p a 100fps.

Messa a fuoco

La messa a fuoco della Panasonic Lumix DMC-FZ300 è a rilevamento di contrasto, ma tramite la tecnologia Panasonic DFD (Depth From Defocus), permetterà all’obiettivo di spostarsi il meno possibile durante la fase di messa a fuoco e di raggiungere tempi rapidissimi di finalizzazione della stessa (0,07 sec. secondo quanto dichiara la casa).

L’autofocus della Panasonic Lumix DMC-FZ300 si è comportato davvero bene durante i nostri test, effettuati sia in ambienti luminosi che in ambienti con scarsa luce e quando il fuoco viene perso la fotocamera lo recupera molto rapidamente. Abbiamo riscontrato un’ottima stabilità di messa a fuoco durante la registrazione di video anche con lo zoom, non viene quasi mai persa.

La messa a fuoco dell’oggetto avviene utilizzando una zona di messa a fuoco fra le 49 disponibili, in macro o in manuale. La selezione del punto di messa a fuoco può anche essere effettuata manualmente, tramite i pulsanti sul corpo della macchina oppure toccando direttamente il display, definendo anche a nostro piacere una zona a più punti.

Se utilizzeremo la modalità manuale per la messa a fuoco sarà possibile ingrandire il riquadro che visualizzeremo sul display e attivare la funzione della rilevazione dei contorni (focus peaking) per avere un maggior controllo sull’oggetto inquadrato.

La Panasonic Lumix DMC-FZ300 in modalità Macro può agganciare l’oggetto fino ad un centimetro dalla lente esterna e dispone di una funzione per la rilevazione dei volti con anche la possibilità di memorizzarne alcuni.

Stabilizzazione

L’obiettivo della Panasonic Lumix DMC-FZ300 è stabilizzato a “5 assi” e la stabilizzazione agisce sia in modalità foto che in modalità video (non per il 4K). Questa soluzione garantirà di ricavare ottimi scatti e ottime riprese anche con la focale impostata a 600mm e il risultato sarà molto elevato, infatti parliamo di un guadagno di 6 stop alla massima estensione della focale.

La fotocamera consentirà una buona stabilità grazie alla solida impugnatura, al peso e alle poche vibrazioni provenienti dall’otturatore.

Raffiche, 4K Photo e Time Lapse

La Panasonic Lumix DMC-FZ300 dispone di diverse velocità di raffica:

  • SH (Super High) a 60 fps in formato JPEG, max. 60 scatti
  • H (High) a 12 fps, max. 19 scatti in RAW, JPEG fino a riempimento scheda SD
  • M (Medium) a 6 fps, max. 19 scatti in RAW, JPEG fino a riempimento scheda SD
  • L (Low) a 2 fps, max. 19 scatti in RAW, JPEG fino a riempimento scheda SD

Alle velocità SH (Super High) e H (High) la messa a fuoco, il bilanciamento del bianco e l’esposizione (se impostato su automatico) verranno settati al primo scatto e utilizzati per tutti gli altri scatti. In queste velocità non sarà disponibile il Live View, ma si vedranno soltanto le foto appena scattate.

Le cose cambieranno invece quando si useranno le velocità M (Medium) e L (Low) dove invece la messa a fuoco, l’esposizione e bilanciamento del bianco verranno settati scatto per scatto in AFF o AFC e il Live View sarà attivo.

Un’altra modalità disponibile è quella chiamata 4K Photo, ovvero la possibilità di registrare foto in formato 4K. La fotocamera in questo caso scatterà foto in risoluzione 8 MP a 30 fps come se fosse un filmato, da cui poi successivamente potremo selezionare i singoli scatti che vorremo salvare. Le modalità di scatto per questa modalità sono tre: potremo tenere premuto il tasto di scatto per tutta la durata della raffica, avviare la raffica con una prima pressione e terminarla con una seconda oppure sfruttare la funzione di prescatto che salverà le immagini riprese da 1 secondo prima della pressione del pulsante di scatto ad un secondo dopo in rilascio del pulsante. La messa a fuoco utilizzabile in questa modalità dovrà essere AFF, i tempi di scatto disponibili saranno da 1/30 a 1/16000 e l’impostazione della sensibilità ISO potrà essere impostata su automatica. L’otturatore utilizzato sarà quello elettronico e si potranno usare tutte le modalità di funzionamento.

Con la Panasonic Lumix DMC-FZ300 sarà possibile anche registrare Time Lapse fino a 9999 scatti entro 23 ore e 59 minuti con intervalli da 1 secondo a 99 minuti e 59 secondi.

Foto: qualità e sample

Le immagini scattate dalla Panasonic Lumix DMC-FZ300 sono immagini di alta qualità. La fotocamera è molto versatile, adatta a molteplici situazioni, dallo scatto ritrattistico a quello sportivo, passando per quello paesaggistico. Ci teniamo a ribadire che il suo punto di forza è semplicemente la versatilità, una macchina adatta praticamente a svolgere qualsiasi tipo di lavoro.

Iniziamo con il valutare le prestazioni della fotocamera per le foto di paesaggi e architettura, che si sono rivelate ben calibrate sia per quanto riguarda la nitidezza sia per la fedeltà della gestione cromatica. La gestione del controluce è buona, le ombre e le luci sono ben gestite e la fotografia non soffre di gravi impastamenti generali.

Le prestazioni per le foto ritratto e per gli scatti macro sono anch’esse molto buone. L’effetto bokeh generato sarà morbido e piacevole, come la nitidezza dei soggetti e il contrasto non sarà troppo elevato.

Se utilizzeremo la modalità automatica, il software di Panasonic ci aiuterà nella scelta della miglior scena possibile da utilizzare per il nostro scatto. La gestione del bilanciamento del bianco in questa modalità ci è sembrata corretta in quasi tutte le situazioni, dispone anche di alcuni settaggi predefiniti e la possibilità di una taratura più fine. Questo si traduce in un’ottima ottimizzazione hardware e software della fotocamera.

Utilizzando la modalità manuale invece avremo la possibilità di controllare ogni impostazione della nostra fotocamera e quindi scatteremo la fotografia proprio come vorremmo che venisse scattata, senza automatismi. Vi consigliamo di scattare in formato RAW e di utilizzare Lightroom, Photoshop o Luminar per avere la possibilità di correggere il più possibile lo scatto in post produzione.

Il primo limite della Panasonic Lumix DMC-FZ300 si presenterà quando si aumenteranno troppo gli ISO. Le immagini scattate con valori superiori a 800 ISO infatti presenteranno già una buona quantità di rumore digitale. Vi consigliamo di avventurarvi fino ad un massimo di 1600 ISO, se necessario, ma vi segnaliamo che saranno già visibili degli artefatti e una elevata quantità di disturbi.

Il secondo limite è quello dato dal flash integrato: poco potente e con una luce troppo calda. L’illuminazione che ci fornirà sarà davvero poco intensa e la luce calda emessa rovinerà l’atmosfera della nostra foto. Vi consigliamo quindi di utilizzare il flash integrato solo in condizioni di estrema necessità. Per fortuna la fotocamera è dotata della predisposizione per l’utilizzo di un flash esterno grazie alla slitta presente superiormente.

Video: qualità e sample

Oltre a far molto bene le foto, la Panasonic Lumix DMC-FZ300 fa molto bene anche i video. La qualità dei video è ottima, anche al massimo dell’estensione dell’ottica. I colori sono ben riprodotti, i soggetti sono nitidi e la stabilizzazione è davvero buona. Vi consigliamo, anche in questo caso, di non eccedere con la regolazione degli ISO, più si alzerà il valore sopra agli 800 ISO e più compariranno disturbi ed artefatti.

La fotocamera ha la possibilità di registrare video in risoluzione 4K (24 o 25fps) a 100 Mbps fino ad un massimo di 29 minuti e 59 secondi; un buon valore per chi ha necessità di registrare video di consistente durata e in alta qualità.

Oltre al 4K la Panasonic Lumix DMC-FZ300 registra anche in risoluzione Full HD a 50 o 25fps (100 Mbps) e in risoluzione 720p a 25fps (25Mbps).

Per quanto riguarda i video girati in slow motion, la fotocamera può registrare in 720p a 100fps e in 480p a 200 fps. La qualità è accettabile, di certo è giustificabile che non sia l’accessorio adatto per effettuare riprese in alta qualità a rallentatore e per questo vi consigliamo di preferire la risoluzione a 720p per non perdere in qualità, ma solo in fps.

Presenti su questa fotocamera ed utilissimi nel campo video sono il display ruotabile e ribaltabile per i video selfie e l’ingresso per un microfono esterno utile per migliorare la qualità generale del filmato.

Prezzo ed acquisto

Panasonic Lumix DMC-FZ300 ha un prezzo di listino ufficiale pari a 479,99€ netti per il mercato italiano. Un ottimo prezzo di lancio per un prodotto di questa fascia di mercato. La fotocamera è accessibile praticamente a qualsiasi tipo di utente, ma con i prezzi di ora lo è ancora di più.

Online si trovano varie offerte che vi permetteranno di risparmiare non poco rispetto al prezzo di listino. Vi lasciamo di seguito l’offerta attuale su Amazon.

Giudizio Finale

La Panasonic Lumix DMC-FZ300 ci ha davvero convinti, le conclusioni non possono che essere positive. La dotazione di un sensore più grande, un flash all’altezza ed un posizionamento più agevole dei comandi, l’avrebbero resa perfetta, ma questo l’avrebbe posta su una fascia di prezzo superiore di quella che effettivamente ricopre. Secondo noi rimane la miglior scelta per chi è interessato ad una fotocamera “tutto fare” vista la sua ottima versatilità in qualsiasi tipo di situazione. Al prezzo a cui si trova in questo momento sui principali store online è davvero difficile resistergli, data l’ottima qualità degli scatti e delle riprese video. Complimenti Panasonic!

Panasonic LUMIX DMC-FZ300

479,99
8.6

Costruzione ed ergonomia

9.5/10

Display e mirino elettronico

9.0/10

Obiettivo e sensore

8.5/10

Connettività ed espandibilità

8.5/10

Autonomia

8.0/10

Software e performance

8.5/10

Messa a fuoco e stabilizzazione

8.5/10

Qualità Foto

8.5/10

Qualità Video

8.5/10

Prezzo

8.5/10

Pros

  • Costruzione ed impugnatura
  • Sensore luminoso
  • Obiettivo f/2.8 per tutta la lunghezza focale
  • Qualità Foto e Video
  • Stabilizzazione
  • Display orientabile e ruotabile
  • Ingresso microfono esterno
  • Compatibilità flash a slitta
  • Software e personalizzazione
  • Prezzo

Cons

  • Sensore piccolo
  • Qualità d'immagine che cala superando gli 800 ISO
  • Flash poco potente e di tonalità troppo calda
  • Posizionamento di alcuni pulsanti da rivedere
Avatar

Matteo Altimani

Ciao, mi chiamo Matteo e sono il co-fondatore del sito ProNerding assieme al mio carissimo amico Denis. Vi auguro una buona permanenza sul portale!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookies, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi